Questo sito è ottimizzato per IE versione 9 e successive, per una corretta visualizzazione aggiornate il vostro browser

«Come ho superato il test di Medicina»: la lettera di Margherita

«Come ho superato il test di Medicina»: la lettera di Margherita

Milano, 27 aprile 2016 - Ci capita spesso di ricevere testimonianze positive da parte di chi ha superato i test grazie all'aiuto dei docenti Alpha Test. Questa lettera di una studentessa di Medicina a Parma ci ha emozionato e vogliamo condividerla. Grazie, Margherita, per le belle parole e in bocca al lupo per la tua nuova avventura universitaria.

Treviso, Aprile 2016

Caro Staff di Alpha Test,

vi scrivo con questa mail perché sono felicemente una studentessa di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma, e sicuramente in parte è grazie a voi!

Sono una ragazza di Treviso del 1996, che ha fatto la maturità quest’estate dopo un faticosissimo liceo Classico che mi ha reso la vita impossibile in ogni modo possibile. A partire dal terzo anno di Liceo meditavo su quale sarebbe stata l’università migliore per me e, dopo aver preso coscienza del fatto che nonostante tutti cercassero di distogliermi non facevo altro che immaginarmi con un bel camice bianco addosso, ho deciso di iscrivermi al vostro corso 100 a Treviso per preparami al tanto temuto test d’ammissione! Per farvi capire quanto mi sentissi appoggiata: quando dissi a mio nonno, cardiologo vecchio stampo, che mi ero iscritta al vostro corso egli mi disse “pazza sei, medicina non è una cosa da donne, ti vedrei meglio a fare economia domestica”!

Durante tutto l’ultimo anno ho frequentato le vostre lezioni due volte alla settimana, ho approfittato di ogni occasione che mettevate a disposizione degli studenti per fare qualche simulazione e mettermi alla prova; ho frequentato anche qualche corso interno al mio Liceo, giusto per sentirmi “in pace con me stessa” qualora l’esito del test fosse stato infausto, vista la loro scarsissima utilità. Ho però dovuto tenere quasi “segreto” ai miei amatissimi docenti il fatto che mi appoggiavo a voi per prepararmi, perché il parere di alcuni di loro riguardo ai vostri corsi era che li frequentano solo gli studenti meno preparati e più sicuri del fatto che non entreranno mai, convinti che con un po’ di soldi e un corsetto qualche pomeriggio si sarebbero sentiti più tranquilli a ottobre, scoprendo di non essere entrati.. questo per farvi capire quanto aperti siano i docenti del Liceo classico statale di Treviso e quanto siano obiettivi davanti alla diversa preparazione richiesta per sostenere un test di ammissione oggi e un esame di maturità.

Per mettermi alla prova ho sostenuto anche il test per medicina in Cattolica e al S Raffaele, test che mi sono serviti per capire quanto mi agitavo sotto pressione, come gestire i fogli risposte e, soprattutto, la tensione legata alla consapevolezza di giocarsi un anno di università, un anno del proprio futuro, di mettersi a confronto se stessi e, non in ultima, con l’opinione che gli altri hanno di te.

Dopo la maturità, dove un solo docente (fra l’altro commissario esterno) mi ha augurato buona fortuna per questa mia impresa di cui andavo molto fiera e in cui credevo molto, mi sono buttata a capofitto sui vostri libri facendo batterie di tantissimi esercizi cronometrandomi e monitorando i miei risultati! Al momento della scelta delle sedi devo dire che non avevo ancora compreso quanto importante fosse scegliere con cura, elaborare una strategia, valutare attentamente l’ordine delle preferenze; vi ringrazio per tutte le informazioni che anche in quella sede mi avete fornito, anche solo con le numerosissime griglie ricche di dati sugli anni precedenti! Gli studenti non sanno quanto importante sia stilare l’elenco delle sedi, si tratta di uno dei passaggi più delicati! Ce ne si rende conto solo ad Ottobre, a graduatoria aperta, quando di settimana in settimana ci si immagina con una valigetta in mano e ci si chiede “ sono disposta a partire, attraversare il mare e costruire una nuova vita in questa città pur di seguire il mio sogno?”.

Ho sostenuto la mia prova serena all'università di Verona, dopo aver fatto il ripassone finale con voi a Treviso nelle settimane precedenti; quel giorno devo dire che ho superato me stessa, non tanto per aver svolto una prova eccellente, ma per essere stata concentrata e lucida dal momento in cui ho aperto il plico a quello in cui mi sono chiusa la porta dell’aula alle spalle e ho sospirato, leggera. Avevo elaborato la mia “ strategia d’azione”, sapevo su quali domande puntare e quali tralasciare, ero sicura che, comunque fosse andata, avevo fatto tutto quello che potevo. Con il tempo poi scoprii di aver superato anche i test di ammissione per Biologia, Biotecnologie e Chimica a Padova.. ma la soddisfazione più grande è stata sapere che ero in quei 9000, nonostante tutte quelle persone avessero pensato, anche se non detto, che non ce l’avrei mai fatta.

In Ottobre è cominciato poi un lungo periodo di attesa e incertezza legato al mercoledì mattina, giorno degli scorrimenti: dopo essere stata prenotata a Sassari, lo sono stata a Siena per quasi 4 mesi! In febbraio mi sono immatricolata all'università di Parma, dove già frequentavo da Novembre e sono riuscita subito a dare i primi esami! Che dire? Ogni tanto ripenso ad un anno fa, quando mi lasciavo scoraggiare dalla bassezza dei miei docenti Liceali, dai loro obiettivi svaniti nella loro scarsa determinazione e dalla grandissima insoddisfazione riversata su chi, di sogni e forza di volontà, ne ha dimostrata da vendere.

Devo a voi moltissimo! In primis perché durante tutto l’anno mi avete affiancata nella preparazione fornendomi nozioni e strategie per affrontare una prova che, me ne vogliano i docenti delle scuole superiori, non ha nulla a che vedere con un esame di maturità o un compito in classe. Siete sempre stati disponibili per dubbi o chiarimenti di qualsiasi tipo e, di grande importanza, ci avete fatto sentire di essere dalla nostra parte, di tifare per quei futuri camici bianchi che in settembre si sono seduti dietro al loro banco e hanno cominciato a scrivere il loro futuro pieni di dubbi, entusiasmo, paure, aspettative..

Magari studiando mi renderò conto che non è la mia strada o forse tra qualche anno capirò che sono fatta solo per questo, ora non posso saperlo.. ma dopo questa prova sono certa del fatto che se Margherita capisce di desiderare qualche cosa, in un modo o nell'altro, sa come impegnarsi con pazienza e determinazione fino a che non la fa sua.

Grazie ancora per tutto il vostro aiuto! Non faccio che consigliarvi a tutti quelli che mi chiedono come mi sono preparata! Se qualcosa funziona è giusto promuoverlo!

A presto e in bocca al lupo per il lavoro che vi aspetta!

Margherita, studentessa di Medicina a Parma

Le altre news sui test

Le date dei test di ammissione

Borse di Studio Alpha Test: ecco i 6 vincitori per l'a.a. 2016/2017

80.843 candidati per i test dei corsi ad accesso programmato nazionale 2016

SOS Preferenze Graduatoria: 5 consigli per fare la scelta giusta

Aumentano gli iscritti al Test Medicina Cattolica 2016

Pubblicate le date dei test nazionali 2016

Indagine DOXA: ammessi a Medicina, ecco come si preparano