Questo sito è ottimizzato per IE versione 9 e successive, per una corretta visualizzazione aggiornate il vostro browser

Test Professioni Sanitarie 2015: aggiornamenti e novità

Milano, 4 settembre 2015 - Si è svolto oggi il test di ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie 2015 presso le Università pubbliche. Il test, con inizio alle ore 11.00, ha visto coinvolti oltre 83.000 candidati in tutta Italia per 25.522 posti disponibili.

Le prime conferme dalle Università

Test Professioni sanitarie 2015

L'Università di Messina ha avuto solo 40 assenze rispetto alle 1.908 iscrizioni alla prova. Per quanto riguarda i corsi più gettonati, la novità è rappresentata dal “sorpasso” di Fisioterapia (795 domande) nei confronti di Infermieristica (755). A seguire, Tecniche di Radiologia Medica (157), Logopedia (126) e Ostetricia (119). L'Università di Foggia ha invece accolto 1239 aspiranti matricole sui 1475 iscritti: «Anche stavolta la macchina organizzativa ha funzionato molto bene – ha dichiarato il Rettore dell’Università di Foggia, prof. Maurizio Ricci – Ritengo, quella di oggi e quelle che arriveranno nei prossimi giorni in occasione degli altri test non soltanto per i corsi di area medica ma per tutti gli altri corsi, una grande prova di maturità». 

L'ammissione ai corsi di Professioni sanitarie dell'Università di Modena e Reggio Emilia ha coinvolto 1069 candidati, consolidando il dato dell'anno scorso con 31 domande in più, pari al +2,99%. "L'elevato indice di affollamento (2,32)", fa sapere l'Ateneo, "renderà particolarmente selettiva la prova“.

Sono stati 3540 i sardi e non solo che hanno sostenuto il test presso le Università di Cagliari e Sassari: 2240 candidati solo per l'ateneo cagliaritano, il cui corso più ambito è quello in Infermieristica, cui aspirano 836 candidati per 126 posti.

Le prime testimonianze degli studenti

Sulla pagina Facebook di Alpha Test gli studenti appena usciti dalla prova si stanno scambiando pareri o opinioni sul test appena svolto. "Ho trovato abbastanza semplice logica - scrive Laretta B. - ma... biologia era veramente difficile". Luca B. parla invece del test che ha appena sostenuto in Bicocca: "Logica difficile rispetto alle aspettative, mentre il resto.. Più facile ma alcune domande a mio parere erano un po' ambigue". Anche Federica F. ci scrive: "Biologia e chimica molto specifiche. Logica non ci si può lamentare ma non si trattava comunque di un test semplice".

I prossimi test nelle università private

Previsto il 7 settembre il test di Professioni sanitarie dell'Università Cattolica: sono 2374, in prevalenza donne (1589 contro 785 maschi), i candidati che sosterranno la prova scritta. Lo stesso giorno previsto anche il test di ammissione a Infermieristica in Humanitas University, il nuovo Ateneo congiunto al polo ospedaliero Humanitas di Rozzano (MI). Subito dopo, il 9 settembre, si terrà il test di ammissione all'Università San Raffaele di Milano.

Graduatorie: data diversa in ogni università

Ora bisognerà aspettare la pubblicazione, da parte di ogni ateneo, dei risultati del test d'ingresso. A differenza dei concorsi nazionali di Medicina-Odontoiatria, Veterinaria, Architettura e Medicina in Inglese - per cui il MIUR ha stabilito il punteggio minimo di 20 punti per poter accedere alla graduatoria - nel caso di Professioni sanitarie tale limite non è previsto, ma sono possibili grosse differenze di punteggio minimo in base al tipo di graduatoria, a "punteggio" o a "preferenza", adottata in ogni Ateneo.

Le altre news sui test