Questo sito è ottimizzato per IE versione 9 e successive, per una corretta visualizzazione aggiornate il vostro browser

Come Funziona la Graduatoria nazionale: "assegnato" o "prenotato"?

Milano, 20 maggio 2016 - Se volete capire cosa succede dopo il test di ammissione a Medicina-Odontoiatria, Medicina in inglese (IMAT), Veterinaria o Architettura-Ingegneria Edile dovete sapere che questi corsi sono accomunati dal fatto di essere concorsi di ammissione a livello nazionale. Questo significa che ogni candidato può decidere, in fase di iscrizione alla prova, di inserire un numero a piacere di preferenze e di concorrere in potenza per tutti i posti disponibili in Italia.

Vediamo assieme come funziona la graduatoria e com'è utile indicare l'ordine delle proprie preferenze in fase di iscrizione.

Graduatoria Nazionale: quando escono i risultati 

Il Cineca, per conto del MIUR, elabora i risultati del test secondo precise tempistiche definite ogni anno e pubblica sul sito ministeriale Accesso Programmato la graduatoria unica nazionale di tutti i partecipanti; a qualche giorno di distanza, vengono pubblicate le prime assegnazioni ai corsi di laurea. Durante questa fase, i candidati con i punteggi più alti a livello nazionale vengono assegnati alla prima sede disponibile e sono chiamati ad immatricolarsi entro 4 giorni. A seguito della prima fase iniziano le assegnazioni successive e gli scorrimenti di graduatoria: vi potreste quindi trovare nella condizione di ASSEGNATO o PRENOTATO. Cerchiamo di fare chiarezza su questi due “stati” per consentirvi di operare la scelta migliore a seconda dei casi.

SITUAZIONE 1: candidato "ASSEGNATO"

Se risultate "assegnati" significa che avete ottenuto un posto nella “prima preferenza utile”, ossia nella prima preferenza in cui è presente un posto disponibile tra quelle che avete indicato. Non aspettate scorrimenti di graduatoria, perché i posti in preferenze più alte sono già stati assegnati e confermati tramite immatricolazione. Avete quindi 4 giorni di tempo per immatricolarvi nella sede e corso di laurea a cui risultate assegnati.
La mancata immatricolazione comporta l’esclusione dal concorso.

Esempio: Alberto ha inserito le seguenti preferenze:

  1. Milano Statale – Medicina
  2. Milano Statale – Odontoiatria
  3. Milano Bicocca – Medicina
  4. Torino – Medicina
  5. Genova – Medicina
  6. Vercelli – Medicina
  7. Pavia – Medicina

Ha conseguito un punteggio indicativo di 60,7 e si è collocato in buona posizione in graduatoria. Iniziano le assegnazioni e, studente dopo studente, il Ministero parte dal primo classificato in graduatoria e, a scendere, effettua le assegnazioni seguendo l’ordine di preferenze indicato da ciascun candidato. Immaginiamoci di effettuare noi le assegnazioni: arrivati alla posizione di Alberto, per capire se e dove sarà assegnato dobbiamo partire controllando se a “Milano Statale – Medicina” sono ancora disponibili dei posti.
Peccato, nel nostro esempio i posti disponibili in questa preferenza sono tutti terminati: chi ha preceduto Alberto in graduatoria ed è stato assegnato a “Milano Statale – Medicina” ha confermato il proprio posto immatricolandosi, bloccando per Alberto ogni possibilità di accedervi con scorrimenti.

  1. Milano Statale – Medicina
  2. Milano Statale – Odontoiatria
  3. Milano Bicocca – Medicina
  4. Torino – Medicina
  5. Genova – Medicina
  6. Vercelli – Medicina
  7. Pavia – Medicina

Passiamo dunque a “Milano Statale – Odontoiatria”: anche in questo caso, purtroppo, niente da fare: tutti i posti disponibili sono già stati assegnati e confermati tramite immatricolazione.

  1. Milano Statale – Medicina
  2. Milano Statale – Odontoiatria
  3. Milano Bicocca – Medicina
  4. Torino – Medicina
  5. Genova – Medicina
  6. Vercelli – Medicina
  7. Pavia – Medicina

Arriviamo alla sua terza preferenza, “Milano Bicocca – Medicina”: sì, c’è un posto! Alberto risulta dunque ASSEGNATO alla sua terza preferenza. Come dicevamo prima, tutti gli studenti assegnati a “Milano Statale – Medicina” e “Milano Statale – Odontoiatria” si sono immatricolati, quindi Alberto potrà solo decidere se immatricolarsi a “Milano Bicocca – Medicina” o non immatricolarsi, uscendo di fatto dal concorso.

  1. Milano Statale – Medicina
  2. Milano Statale – Odontoiatria
  3. Milano Bicocca – Medicina ASSEGNATO
  4. Torino – Medicina
  5. Genova – Medicina
  6. Vercelli – Medicina
  7. Pavia – Medicina

SITUAZIONE 2: candidato "PRENOTATO"

Se risultate "prenotati" significa che avete ottenuto un posto in una delle vostre preferenze successive alla prima, definite anche “prima preferenza utile”. Questo accade perché i candidati con voi in graduatoria sono stati appena assegnati e quindi non sono ancora scaduti i 4 giorni per l’immatricolazione, quindi il Ministero non sa ancora con esattezza quanti di quei candidati si sono immatricolati: se qualcuno di loro non si immatricolasse, infatti, avverrebbero degli scorrimenti di graduatoria e i prenotati potrebbero guadagnare un posto in una preferenza più alta.

Come “prenotati” avete di fronte a voi due strade:

  1. immatricolarvi nella preferenza in cui avete ottenuto un posto: con questa scelta decidete che preferite studiare nell'università in cui avete ottenuto un posto invece di aspettare che si liberino dei posti in scelte migliori. Decidete quindi di non concorrere per eventuali scorrimenti: avete perciò 4 giorni di tempo per immatricolarvi. La mancata immatricolazione in questo caso NON comporta l’esclusione dal concorso (adesso vediamo perché).
  2. aspettare scorrimenti di graduatoria: in questo caso decidete che la preferenza in cui avete ottenuto un posto non è ottimale per voi e vorreste aspettare il caso fortunato in cui si liberano posti in preferenze più alte. In questo caso NON dovete procedere all'immatricolazione MA confermare entro 5 giorni il vostro "interesse all'immatricolazione", ovvero cliccare il bottone corrispondente a questa azione nell'area riservata alla Graduatoria Nazionale. Così facendo potete attendere la data delle nuove assegnazioni senza perdere il vostro posto in graduatoria: potrete continuare a confermare il vostro interesse quante volte vorrete, fino a quando (ma passeranno mesi) sarà il Ministero a darvi uno stop. In questa fase potreste risultare "prenotati" in una sede, poi in un'altra appena sopra, poi in un'altra ancora e così via. Ricordatevi però che, una volta che risultate "assegnati", avete 4 giorni di tempo per immatricolarvi oppure uscite dalla graduatoria.

Esempio: Giulia ha inserito le seguenti preferenze:

  1. Roma Tor Vergata – Medicina
  2. Roma Tor Vergata – Odontoiatria
  3. Perugia – Medicina
  4. Siena – Medicina
  5. Pisa - Odontoiatria

Ha conseguito un punteggio indicativo di 42 e si è collocata in buona posizione in graduatoria. Immaginiamoci di effettuare noi le assegnazioni: arriviamo a Giulia. Partiamo quindi controllando se a “Roma Tor Vergata – Medicina” sono ancora disponibili dei posti. Peccato, nel nostro esempio i posti disponibili sono tutti terminati.

  1. Roma Tor Vergata – Medicina
  2. Roma Tor Vergata – Odontoiatria
  3. Perugia – Medicina
  4. Siena – Medicina
  5. Pisa - Odontoiatria

Passiamo dunque a “Roma Tor Vergata – Odontoiatria”: anche qui purtroppo sono stati assegnati tutti i posti disponibili ma il Ministero non conosce ancora il numero degli studenti che si è immatricolato. Per il momento non può dunque assegnarla a “Roma Tor Vergata – Odontoiatria”.

  1. Roma Tor Vergata – Medicina
  2. Roma Tor Vergata – Odontoiatria
  3. Perugia – Medicina
  4. Siena – Medicina
  5. Pisa - Odontoiatria

Arriviamo dunque alla sua terza preferenza, “Perugia – Medicina”: sì, c’è un posto! Giulia risulta dunque PRENOTATA nella sua terza preferenza.

  1. Roma Tor Vergata – Medicina
  2. Roma Tor Vergata – Odontoiatria
  3. Perugia – Medicina PRENOTATA
  4. Siena – Medicina
  5. Pisa - Odontoiatria

Adesso Giulia può scegliere: se preferisce iniziare a studiare Perugia può comunque immatricolarsi. Se decide di immatricolarsi, però, esce dalla graduatoria e perde qualsiasi possibilità di ottenere un posto a “Roma Tor Vergata – Odontoiatria”. Se invece preferisce aspettare e vedere se si libera un posto a Roma, può confermare il proprio "interesse all'immatricolazione" e aspettare: durante le prossime assegnazioni saprà se avrà ottenuto un posto a “Roma Tor Vergata – Odontoiatria” o se sarà invece confermato il suo posto a “Perugia – Medicina”. A seconda dei casi potrà quindi risultare assegnata a “Roma Tor Vergata - Odontoiatria” o assegnata a “Perugia – Medicina”. Diventando assegnata, dovrà dunque procedere all'immatricolazione entro 4 giorni.

Qualcosa non è chiaro? Scrivici su Facebook!

Gli altri approfondimenti