Questo sito è ottimizzato per IE versione 9 e successive, per una corretta visualizzazione aggiornate il vostro browser

Il fisico che visse due volte

  • 15% di sconto

«Un libro che restituisce fin dalle prime pagine le tinte forti della vita di Landau. Non colori pastello, ma piuttosto quelli del vulcano e del carbone» Il Sole 24Ore

«Pagine da leggere con cura: nella difesa di una scienza libera dalla politica, infatti, non c’è spazio per errori o ingenuità» Le Scienze

Lev Landau (1908-68) è stato forse il massimo esponente della fisica teorica in Unione Sovietica, e di certo uno dei più grandi scienziati del XX secolo. I suoi brillanti studi sulla superfluidità gli valsero il premio Nobel nel 1962, ma non è solo per questo che ancora oggi i fisici di tutte le età e di tutti i Paesi lo venerano: a lui si deve infatti il più celebre e sistematico trattato di fisica teorica mai pubblicato, su cui si sono formate generazioni di studenti.

Geniale, stravagante e polemico, Landau era cresciuto alla corte di Bohr, alla pari con Heisenberg, Pauli e Dirac; in patria invece era guardato con sospetto dal regime e fu addirittura incarcerato.

Anche se in seguito riceverà onori e riconoscimenti, non avrà mai più il permesso di uscire dai confini del Paese.

Questo libro narra la sua avvincente biografia e, con scrittura semplice e chiara, restituisce la figura a tutto tondo di uno scienziato e di un uomo eccezionale.

Autore

Fabio Toscano, fisico di formazione, scrive di storia della scienza per giornali, web e televisione. Per Sironi ha pubblicato libri centrati sulle vite di grandi scienziati, quali Einstein e Ricci-Curbastro (Il genio e il gentiluomo), Tartaglia e Cardano (La formula segreta), Carlo Matteucci (Per la scienza, per la patria), Torricelli (L’erede di Galileo).