Questo sito è ottimizzato per IE versione 9 e successive, per una corretta visualizzazione aggiornate il vostro browser

Biberon al piombo

  • Pagine: 192
  • Formato: 14 x 21
  • ISBN: 978-88-518-0209-7
  • Collana: Galapagos
  • Edizione: Prima
  • 10% di sconto
A 15,30 anziché € 17,00
Disponibilità immediata
aggiungi al carrello


Aggiungi alla lista dei desideri Valuta il libro

«Non si può chiedere a un bambino di muoversi nel mondo come se fosse pieno di minacce ma non si può nemmeno ignorare che ce ne siano. Noi adulti abbiamo il compito di informarci, di conoscere per agire e proteggere il nostro futuro: le generazioni che stanno crescendo.»Un saggio aggiornato e coinvolgente sulla storia delle sostanze che possono danneggiare lo sviluppo del cervello nei bambini.

Giocattoli al piombo, pesci al mercurio, latte alla diossina, frutta contaminata da pesticidi: quante volte abbiamo letto notizie del genere sui giornali? Il nodo della questione è se si può raggiungere un equilibrio tra le comode esigenze della società moderna e gli scomodi effetti collaterali che “vivere bene” comporta.

Il problema riguarda la sfera delle decisioni politiche ma coinvolge tutti noi, perché interessa i soggetti che dovranno aiutarci a risolverlo: i bambini.

Ogni individuo è esposto, ancora prima di nascere, a molte sostanze che hanno effetti sulla sua salute e possono influenzare in modo negativo lo sviluppo del cervello.

Questo libro racconta la storia delle principali sostanze con azione neurotossica e i pericoli più o meno nascosti da conoscere e a cui prestare attenzione.

Autori

Maria Cristina Saccuman è stata ricercatore associato all'Università Vita- Salute San Raffaele di Milano, dove ha insegnato Neurobiologia dello sviluppo e Neurofisiologia dei sistemi cognitivi. Ha un dottorato in Neuroscienze cognitive dell'Università della California, San Diego e San Diego State University, e una laurea in Lettere e filosofia dell’Università Cattolica di Milano. Si è occupata di sviluppo cognitivo in bambini con disturbi specifici del linguaggio, di dislessia, e della percezione della musica e del linguaggio nei neonati.