Questo sito è ottimizzato per IE versione 9 e successive, per una corretta visualizzazione aggiornate il vostro browser

Per la scienza, per la patria. Carlo Matteucci, fisico e politico nel Risorgimento italiano

  • Pagine: 304
  • Formato: 11,6 x 18,4
  • ISBN: 978-88-518-0137-3
  • Collana: Galapagos
  • Edizione: Prima
  • 10% di sconto
A 16,20 anziché € 18,00
Disponibilità immediata
aggiungi al carrello


Aggiungi alla lista dei desideri Valuta il libro

Il fisico Carlo Matteucci fu a lungo quello che oggi si direbbe un precario della ricerca. I suoi più fecondi lavori scientifici, che lo avrebbero portato a una delle scoperte più importanti dell’Ottocento – l’esistenza dell’elettricità animale – erano cominciati in privato: proprio come molti dei nostri cervelli in fuga, infatti, pur essendo acclamato dai maggiori scienziati europei, il giovane era negletto in patria. Una patria ancora tutta da inventare e da costruire, che però a lui premeva tantissimo.

Dopo la nomina a professore presso l’Università di Pisa, Matteucci fu tra gli intellettuali liberal-moderati più attivi del Risorgimento: partecipò alla prima guerra di Indipendenza con il Battaglione universitario degli studenti pisani, svolse un’intensa attività diplomatica per il Granducato di Toscana, divenne senatore del Regno. Fu soprattutto un pensatore libero e scomodo: da scienziato cattolico giunse a definire «insostenibile» il potere temporale della Chiesa; da ministro del Regno – uno dei rari di estrazione scientifica – tentò la prima, spregiudicata riforma dell’università, in barba agli interessi dei suoi stessi colleghi professori.

Leggendo la sua biografia nelle belle pagine di Fabio Toscano, ci sentiamo scivolare via dal nostro presente traballante, verso i tempi in cui o si faceva l’Italia o si moriva. Per farla, menti lucide e capaci come quella del fisico Matteucci tesero sulle italiche contraddizioni una coperta che oggi non sappiamo più allungare. Ma, anche grazie a storie come questa, viene voglia di provarci, di crederci ancora.

Fabio Toscano, fisico teorico di formazione, è specializzato in Fondamenti e filosofia della fisica presso le università di Bologna e Urbino e in Comunicazione della scienza alla Sissa di Trieste. Svolge attività di divulgazione scientifica per carta stampata, web e televisione. Co-presidente dell’associazione Nuova Civiltà delle Macchine, è membro della direzione scientifica dell’omonima rivista. Per Sironi ha pubblicato diverse biografie di scienziati, tra cui Il genio e il gentiluomo (2004), Il fisico che visse due volte (2008, vincitore del premio Giovanni Maria Pace per il miglior libro italiano di divulgazione scientifica) e La formula segreta (2009).