Questo sito è ottimizzato per IE versione 9 e successive, per una corretta visualizzazione aggiornate il vostro browser

Il caso Pontecorvo

Il caso Pontecorvo
Novità
  • Pagine: 288
  • Formato: 11,6 x 18,4
  • ISBN: 978-88-518-0081-9
  • Collana: Galapagos
  • 10% di sconto
A 16,11 anziché € 17,90
Disponibilità immediata
aggiungi al carrello


Aggiungi alla lista dei desideri Valuta il libro

Nell’estate del 1950, Bruno Pontecorvo, un allievo di Fermi che durante la seconda guerra mondiale ha preso parte al progetto nucleare alleato, scompare all’improvviso. Il sospetto che sia fuggito in URSS fa temere che abbia portato con sé importanti segreti atomici, ma i diplomatici e i servizi di sicurezza occidentali minimizzano la defezione: Pontecorvo è solo un fisico teorico, non può essere utile al programma atomico sovietico, né può esserlo stato prima della fuga.

 
 Sul caso cala il silenzio, rotto ben cinque anni dopo dallo scienziato. Pontecorvo vive e lavora vicino a Mosca, è andato in Unione Sovietica per sfuggire alla caccia alle streghe e per scrupoli morali sulle scelte nucleari dell’Occidente. Nega ogni coinvolgimento nella ricerca militare, senza però sciogliere il mistero sul reale movente della fuga e sulle sue modalità.
 
 A sessant’anni di distanza, documenti d’archivio ora resi pubblici permettono una nuova ricostruzione del caso. Questo saggio mostra che in realtà il fisico italiano aveva un’enorme esperienza applicativa che poteva essere strategica in URSS; svela il complotto della diplomazia britannica per nascondere le lacune nella sicurezza atomica del Regno Unito agli occhi dell’alleato USA e dell’opinione pubblica; analizza un grave e inedito movente per la fuga e ne propone una possibile dinamica.
 
 In queste intense pagine, l’affaire Pontecorvo si delinea come un episodio cruciale di una guerra fredda in cui le conoscenze scientifiche sono state il vero oggetto del contendere.

Simone Turchetti, giovane storico della scienza, fa ricerca dal 1999 presso l’Università di Manchester e in questi anni ha pubblicato articoli sulle tre principali riviste accademiche internazionali: Isis, Historical Studies in the Physical and Biological Sciences e British Journal for the History of Science. In Italia collabora con Sapere ed è tra i fondatori del gruppo LASER, con cui ha pubblicato Scienza SPA (Deriveapprodi, 2002) e Il sapere liberato (Feltrinelli, 2005).