Questo sito è ottimizzato per IE versione 9 e successive, per una corretta visualizzazione aggiornate il vostro browser

Piccolo libro delle curiosità sul mondo. La geografia che non si studia a scuola

  • Pagine: 160
  • Formato: 11,6 x 18,4
  • ISBN: 978-88-518-0206-6
  • Collana: Galapagos
  • Edizione: Prima
  • 10% di sconto
A 14,40 anziché € 16,00
Disponibilità immediata
aggiungi al carrello


Aggiungi alla lista dei desideri Valuta il libro

Dove si trova l’isola che non c’è?
Chi sono gli sciapodi?
Dov’è il luogo più caldo della Terra?
Qual era il monte più alto dell’Everest?
Quanti fusi orari ci sono in Cina?
Chi ha scoperto davvero l’America?

Una scorribanda dalle vette agli abissi del Pianeta, tra popoli e mondi diversi, a scoprire che la geografia ha un’anima: la nostra.

A dire geografia vengono subito in mente quelle grandi cartine appese in classe alle spalle della cattedra, oppure gli enormi atlanti di cui da bambini aprivamo a fatica le pagine.

Oggi invece tutto il mondo si vede da internet: niente più mappamondi da far girare ma mappe virtuali da ingrandire con un clic. Però le capitali bisogna sempre impararle a memoria, e l’esercizio sembra utile solo a superare un’interrogazione o a vincere una partita di Trivial Pursuit.

Ma la geografia non è solo questo!

Ce la racconta Paolo Gangemi, guidandoci alla scoperta di tutte le meravigliose stranezze del nostro pianeta, raccontandoci fatti incredibili e paradossi geografici.

Le sette sezioni di cui il libro è composto reinterpretano la geografia classica secondo il punto di vista dell’uomo curioso: arte e letteratura, mitologia, storia e preistoria ma anche viaggi extraterrestri e fosse oceaniche.

Per fare il giro del mondo, e anche di qualche pianeta limitrofo, vi basteranno molto meno di ottanta giorni...

L’autore
Paolo Gangemi, matematico, si è specializzato al master in Comunicazione della scienza della Sissa di Trieste e attualmente si occupa di divulgazione e giornalismo scientifico. È autore per Sironi del fortunato Insalate di matematica² (2007). Ha scritto anche, insieme a Wilma Di Palma, Roma matematica (Robin, 2010).