Questo sito è ottimizzato per IE versione 9 e successive, per una corretta visualizzazione aggiornate il vostro browser

Giganti dell’editoria grazie alle dispense

Alberto Sironi

Fatturato di 10 milioni per i fratelli Sironi

Quando i quiz di ammissione diventano un business da milioni di euro. Non c’è studente universitario che non conosca i fratelli Alberto e Renato Sironi, almeno indirettamente. Sono gli inventori degli Alpha Test, i volumi su cui ogni anno migliaia di aspiranti matricole si scatenano a compilare questionari a risposta multipla, per superare le prove di selezione alle facoltà a numero chiuso.

La loro idea imprenditoriale nasce quasi per gioco, 25 anni fa, dalla buona volontà di due ragazzi «secchioni» poco più che ventenni, che per pagarsi gli studi davano ripetizioni di gruppo ai giovani studenti. Alberto frequentava Fisica, Renato Odontoiatria. Terminati i corsi in accademia, l’estate era dedicata al lavoro: «Avevamo messo in piedi una macchina artigianale che organizzava lezioni private per gli studenti della Bocconi», racconta Alberto, 46 anni, il più vecchio dei due fratelli. La scommessa si è trasformata col tempo in una vera e propria editrice, che oggi ha sede a Milano, e sforna un numero di copie di libri pieni di quiz da far invidia ai best seller. Volumi che sono diventati la ciambella di salvataggio per chiunque voglia iscriversi all'università.

«Era la fine degli anni ‘80 - dice Sironi - Eravamo intraprendenti e per arrotondare ci siamo attrezzati alla buona, facendoci prestare la portineria di un amico per accogliere le iscrizioni degli studenti bisognosi di ripetizioni».

A pochi anni dalla laurea, i due fratelli hanno gettato il pezzo di carta nel cestino e si sono tuffati a capofitto nell’impresa. «All’inizio facevamo servizio per i pre-iscritti nelle università private», racconta. Nel ‘93, le dispense preparate per allenare gli studenti sono diventate pubblicazioni a tutti gli effetti. Manuali zeppi di prove da svolgere e consigli di sopravvivenza per affrontare le selezioni di Odontoiatria e Medicina, Veterinaria e delle università politecniche.

Da allora, il numero chiuso negli atenei si è diffuso a vista d`occhio. Ha conquistato le facoltà umanistiche. Coinvolge oggi 90 mila ragazzi, che provano a infilarsi in università come nella cruna di un ago. I posti per entrare in molti corsi di laurea sono pochissimi, la lotta è spietata. «La competizione più dura è a Odontoiatria. Su dieci iscritti, uno solo riesce a passare. A Medicina, due su dieci, mentre ad Architettura va meglio: entra di norma uno studente su tre».

Da piccola bottega delle ripetizioni, l’impresa dei Sironi è diventata un colosso dell’editoria di medie dimensioni. Conta oggi 40 dipendenti e un pool di 150 docenti che da tutt’Italia contribuiscono a formulare i simil test. Ha fatturati annui di oltre 10 milioni di euro e in due decenni ha venduto 3 milioni di copie dei suoi libri-palestra per i quiz. Oltre a 2000 corsi svolti in 20 città italiane. 

Letizia Tortello

La Stampa, 25 ottobre 2012