Questo sito è ottimizzato per IE versione 9 e successive, per una corretta visualizzazione aggiornate il vostro browser

Da test a job

Renato Sironi

Fare di necessità virtù, dice un antico proverbio, nato forse nell’era precapitalista. Oggi è più facile che la necessità si trasformi in lavoro, professione e soddisfazione. Ne è un esempio il curriculum di Renato Sironi, milanese, laureato in Odontoiatria a Milano nel 1991. Per alcuni anni lavora come libero professionista e come parodontologo nel reparto diretto da Roberto Weinstein. Nel 1995 è anche professore a contratto, ma due anni dopo appende il camice al chiodo e si dedica alla gestione di Alpha Test, società editrice specializzata nella preparazione ai test di ammissione fondata durante l’università

Dottor Sironi, da odontoiatra ad “allenatore” di aspiranti medici e dentisti: ci racconti questa curiosa evoluzione...
 «Quando affrontai il test di Odontoiatria, oltre 20 anni fa, non esistevano corsi nè libri di preparazione specifici, nonostante la selezione fosse già allora molto severa: faticai molto per recuperare qualche esempio di domanda “ufficiale”, a cui feci riferimento per un ripasso durante l’estate. Nella graduatoria di oltre 1.000 candidati, mi classificai al 67 posto (su 100 disponibili), ma ricordo che un solo errore in più nel test avrebbe pregiudicato la mia ammissione. Non c'erano dubbi che un valido servizio di formazione e di preparazione ai test avrebbe incontrato il favore degli studenti. Così, insieme a mio fratello Alberto, progettai i primi corsi Alpha Test. All’inizio un impegno stagionale, limitato al periodo estivo, con pochi corsi soltanto a Milano e Roma, ma presto diventò un'attività assai impegnativa, con una proposta di corsi anche invernali estesa in tutta Italia e la pubblicazione di libri specifici per ogni facoltà. Nel frattempo, conseguita la laurea, iniziai a lavorare come odontoiatra e anche su questo fronte gli impegni erano crescenti. Nel giro di pochi anni si rese necessaria una scelta e decisi di dedicarmi a tempo pieno ad Alpha Test».

Pensa di avere fatto una buona scelta o le capita di avere rimpianti per il camice bianco?
 «Il successo di Alpha Test è certamente motivo di soddisfazione per la scelta fatta. In un certo senso, inoltre, mi occupo ancora della formazione dei futuri dentisti, visto che quasi tutti gli studenti di Odontoiatria si sono preparati con un corso o un libro Alpha Test. Allo stesso tempo, penso ancora che la professione medica, inclusa quella dell’odontoiatra, sia una delle più nobili e gratificanti, a patto che venga svolta con grande scienza e coscienza...e in Italia purtroppo non è sempre così, visto che dobbiamo ancora fare i conti addirittura con l’abusivismo!».

In diverse nazioni, specialmente in Canada, si parla di sottoporre le aspiranti matricole a test psicologici: che cosa ne pensa?
 «I test in uso da tempo in Italia, che comprendono anche domande di tipo psico-attitudinale, si sono già rivelati efficaci nel selezionare studenti con motivazione e preparazione sufficienti a seguire con successo un corso universitario: proprio Odontoiatria, che vanta una percentuale di laureati superiore al 90%, rappresenta in tal senso un esempio significativo: allo stesso tempo non si può pretendere che una prova di selezione in ingresso valuti ogni aspetto della personalità richiesta per poter svolgere al meglio una determinata professione. Anche perché, se così fosse, probabilmente io non avrei potuto studiare Odontoiatria…».

La domanda spontanea...Perché? 
 «Un test adatto a selezionare un dentista avrebbe rivelato che io pensavo già di fare l'editore...».  

Se sarà così anche in Italia, Alpha Test è pronta a diventare psicotest?
 «Ogni anno aggiorniamo i contenuti dei libri e dei corsi per soddisfare al meglio le esigenze delle aspiranti matricole. Dunque anche l'eventuale psicotest non ci coglierebbe impreparati». 

Cosma Capobianco

Giornale dell'Odontoiatria, 31 ottobre 2008