Questo sito è ottimizzato per IE versione 9 e successive, per una corretta visualizzazione aggiornate il vostro browser

Lo stato dell'unione

Lo stato dell'unione
Novità
  • 10% di sconto
A 15,75 anziché € 17,50
Disponibilità immediata
aggiungi al carrello


Aggiungi alla lista dei desideri Valuta il libro

Alberto Mendini, pubblicitario cinquantenne un tempo sulla cresta dell’onda e oggi sull’orlo del fallimento, riceve una di quelle proposte che non si possono rifiutare. L’assessore alla cultura della Regione gli chiede di organizzare, in cambio di un bel pacco di soldi, nientemeno che la campagna per l’“Anno dell’Identità Celtica”. Mendini è perplesso: di Celti, da quelle parti, per quello che lui ne sa, non se ne sono mai visti. E i soldi sono tanti, forse addirittura troppi...
 La terza scorribanda narrativa di Tullio Avoledo si svolge in una Regione che non c’è, ma potrebbe benissimo esserci. In un’Italia governata da un partito che si chiama “Italia in Marcia”, e al cui interno si annida un’organizzazione separatista internazionale che punta al distacco del NordEst e alla creazione di un nuovo Stato – razzista, e fondato sulla “comune identità celtica” – a cavalcioni delle Alpi.
 Alberto Mendini si trova sballottato tra morti che parlano, esperimenti di psicofonia, astronauti americani esiliati in Italia, assessori deliranti, giovinette ipersessuali: tutto un circo di artisti del segreto e del complotto, dove quanto più un personaggio è folle tanto più siamo costretti a dire: «Sì, lo conosciamo; è già tra noi».
 Entrando di potenza in un genere letterario nuovo di zecca, il romanzo fantapolitico del presente, con Lo stato dell’unione Tullio Avoledo si conferma lo scrittore che racconta, oggi, dell’Italia, tutto quello che abbiamo sotto gli occhi, e che non si può dire.

Tullio Avoledo (1957) vive e lavora a Pordenone. Ha esordito - raccogliendo un sorprendente successo di pubblico e di critica - con il romanzo L'elenco telefonico di Atlantide (Sironi, 2003); sono seguiti i romanzi Mare di Bering (Sironi, 2003), Lo stato dell'Unione (Sironi, 2005) e Tre sono le cose misteriose (Einaudi, 2005).