Questo sito è ottimizzato per IE versione 9 e successive, per una corretta visualizzazione aggiornate il vostro browser

Se l'universo brulica di alieni... dove sono tutti quanti?

Se l'universo brulica di alieni... dove sono tutti quanti?
Nuova edizione 2018
  • Pagine: 496
  • Formato: 14 x 21
  • ISBN: 978-88-518-0277-6
  • Collana: Galápagos
  • 15% di sconto
A 21,25 anziché € 25,00
Disponibilità immediata
aggiungi al carrello


Aggiungi alla lista dei desideri Valuta il libro

Se ci sono 400 miliardi di stelle nella sola Via Lattea, e forse 400 miliardi di galassie nell’Universo, è ragionevole pensare che là fuori – 14 miliardi di anni dopo il Big Bang – esistano o siano esistite altre civiltà, avanzate almeno quanto la nostra. È l’enormità dei numeri a pretenderlo. Ma allora perché non abbiamo mai incontrato, se non specie aliene in carne e ossa, almeno qualche loro messaggio, artefatto o traccia?

«Dove sono tutti quanti?»: è questa la domanda che il premio Nobel Enrico Fermi pose, per svago, ad altri fisici suoi colleghi, in una bella giornata estiva del 1950. E questo suo paradosso ancora aspetta soluzione.

Gli extraterrestri sono già qui, ma non ce ne siamo accorti; oppure ci mandano messaggi, ma non li sentiamo; o invece non esistono affatto. Scienziati, filosofi, storici (ma anche i più creativi autori di fantascienza) hanno avanzato le ipotesi più varie, dai più vari punti di vista di ogni branca della scienza.

Stephen Webb – fisico teorico e appassionato collezionista di possibili risposte al paradosso – presenta nel dettaglio le 75 soluzioni più stringenti e interessanti, regalandoci una seconda edizione del suo libro, aggiornata e generosamente ampliata con 25 nuovi capitoli.

Un potente e inconsueto esercizio intellettuale per gli amanti della scienza e del pensiero speculativo. Un divertimento a tutto campo, per non farvi trovare impreparati, qualunque sia la vostra soluzione preferita al problema!

Nuova edizione, completamente rivista, aggiornata e ampliata con 25 nuove soluzioni.

L’autore Stephen Webb è fisico teorico e il suo campo di ricerca è la determinazione delle distanze cosmologiche. Insegna in diverse università del Regno Unito e si occupa di didattica e divulgazione
della matematica e della fisica. Questo libro, più volte premiato, è anche stato finalista per il prestigioso Aventis Prize.